Episode 012: Chia Beach

<<< Home

Chia Beach

  1. Prima, lancia l’audio e leggi il testo inglese mentre ascolti le voci. Ascolta e leggi il testo più volte.
  2. In seguito, ascolta la liste delle parole.
  3. Infine, leggi attentamente le raccomandazioni della sezione Coaching.

Audio

* Le voci degli audio saranno presto sostituite da voci umane. *

Normal speed audio

Download

Slow speed audio

Download

 


Episode

    Spiaggia di Chia
. Three cars arrive in an empty parking lot 500 meters from a huge beach. Sixteen people get out and start emptying their trunks. Vanessa (V), who knows the place well, directs everyone. Tre macchine arrivano in un parcheggio vuoto a 500 metri da un’ immensa spiaggia. Sedici persone scendono e cominciano a svuotare i bagagliai. Vanessa (V), che conosce bene il posto, dirige tutti.
V Careful with the cooler! Don’t spill the dessert! And, above all, don’t break my parasol! Attenti alla borsa frigo! Non rovesciate il dolce! E, soprattutto, non rompete il mio ombrellone!
R You’re such a klutz, Jan! Sei proprio un imbranato, Jan!

 

* * *

Troverete l’episodio completo

  1. nella app gratuita di Kontinental English: www.bsk1.com/ke
  2. nell’edizione cartacea di Kontinental English: www.amazon.it/dp/3942687631

 


Words

 

empty adj vuoto
parking lot n parcheggio
meter n metro
sixteen adj sedici
get out (get, get) uscire, scendere
empty v svuotare
trunk n bagagliaio

 

* * *

Troverete la lista completa delle parole nell’edizione cartacea di Kontinental English: www.amazon.it/dp/3942687631.

 


Coaching 12: Quindicimila parole

Le 15.000 parole indispensabili per un expat che passa alcuni anni all’estero sono – diciamo la verità – una quantità colossale. La seguente scena dà la misura della sfida:

Sono le 3 del mattino e sei profondamente addormentata. Non mi senti quando entro nella tua stanza e mi avvicino lentamente al tuo letto. Quando improvvisamente accendo la lampada e ti afferro per la spalla, salti fuori dal letto, spaventata e in preda al panico. Ti mostro qualcosa e ti faccio una sola domanda: “Cos’è questo?”

 

 

Tu rispondi “Un cavatappi!”; o “Ein Korkenzieher!” se sei tedesca; o “A corksrew!” se sei inglese, “¡Un sacacorchos!” se sei spagnola, “Un tire-bouchon!” se sei francese, e così via.

“Bene”, dico io, e tu torni al letto, chiudi gli occhi e ti riaddormenti contenta, dopo pochi istanti.

 

Perché abbiamo costruito questo surreale incontro notturno? Per illustrarvi il modo in cui conoscete le parole: spontaneamente, nella più estrema delle situazioni, e senza pensarci due volte. Ed è questo il modo in cui dovrete conoscere le parole di un’altra lingua: in modo intuitivo ed esplosivo.

Per raggiungere una tale spontaneità nella comprensione delle cose e delle nozioni dovrete presentare le parole al vostro cervello più e più volte. Raramente è sufficiente una sola esposizione. Per esempio quando, in una strada notturna, silenziosa e deserta, sentite all’improvviso l’urlo stridulo di una donna: “Hilfe!” (aiuto in tedesco). Per le prossime ore quella parola rimbomberà nel vostro cervello centinaia di volte. Senza mai doverla ristudiare, ‘Hilfe’ rimarrà inchiodato nella vostra memoria per tutta la vita.

Ahimè, per la stragrande maggioranza della 15.000 parole non esiste una corsia preferenziale dal mondo esterno verso la vostra memoria interna. Per superare la prova del cavatappi, ogni parola va visitata,  rivisitata e ririvisitata. Presenteremo più in là un metodo denso ma infallibile di ‘rivisitazioni’.

Vediamo fra qualche puntata quante ore di studio dovrete preventivare per far sì che 15.000 parole, che si trovano attualmente fuori dal vostro cervello, possano essere trasferite dentro il vostro cervello e stare lì fermamente inchiodate. Prima, però, vediamo se possiamo venirvi incontro sull’obbligo di imparare una tale quantità di parole. Alcune lingue ci consentono di fare uno sconticino.

 


Europe: Lisboa, Portugal

 

Credit:

https://pixabay.com/photos/city-building-cityscape-travel-4820579/